31.3.12

Da ora in poi

Potrei anche raccontare uno dei [tanti] episodi che hanno contribuito alla mia involuzione di carattere, quelli che, richiamati al pensiero, si rigenerano come piante di gelso dopo ogni temporale estivo. Di una delle tante, troppe volte in cui ho dovuto come fermare il respiro, e sperare che al cuore giungesse poco ossigeno.

Per cominciare, una delle canzoni che profumano di gelso e fermano il respiro:




Sai quando ero un ragazzo alle scuole superiori
che tu ci creda o meno
volevo giocare a football per l’allenatore
e tutti i ragazzi più grandi
dicevano che era cattivo e crudele
ma sai
volevo giocare a football per l’allenatore
dicevano che ero troppo gracile
per giocare in attacco
perciò gioco come ala destra
volevo giocare a football per l’allenatore
perché sai che un giorno, amico
dovrai tenerti dritto in piedi
altrimenti cadresti
e finiresti per morire
e il tipo più duro
che io abbia mai conosciuto stava
sempre di fianco a me
perciò dovevo giocare a football per l’allenatore
fratello, volevo giocare a football per l’allenatore
Quando te ne stai tutto solo
nel bel mezzo della notte
e scopri che la tua anima è stata messa in vendita
E cominci a pensare
a tutte le cose che hai fatto
e cominci a odiare proprio tutto
Allora ricordati della principessa
che viveva sulla collina
e che ti ha amato anche se
sapeva che stavi sbagliando
e proprio ora potrebbe
arrivare splendente
e la …
… Gloria dell’amore, la gloria dell’amore
la gloria dell’amore
potrebbe arrivare
Quando tutti i tuoi amici da strapazzo
se ne sono andati e ti hanno fregato
e ti parlano dietro le spalle dicendo che tu
tu non sarai mai un essere umano
allora ricominci a pensare di nuovo
a tutte le cose che hai fatto
e a questo e a quello
e tutte le varie cose
te le rivedi in modo diverso
Allora ricordati che la città è un posto divertente
qualcosa di simile a un circo o a una fogna
e ricordati che gente diversa
ha gusti differenti e la ….
… Gloria dell’amore , la gloria dell’amore
la gloria dell’amore potrebbe capirti
si ma ora
la gloria dell’amore, la gloria dell’amore
la gloria dell’amore potrebbe capirti
Ora io sono un bambino di Coney Island
Voglio mandare questa
a Lou e Rachel
e a tutti i ragazzi al 192 di PS
Amico, giuro che mollerei
tutto per te







26 commenti:

  1. ...Lou Reed!!??
    Sempre grande! !
    BUON WEEKEND e ...che tutto vada alla grande!

    RispondiElimina
  2. un soffio
    di colori luminosi, lì in fondo alla tua anima grande

    ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, diciamo che le occasioni per bagnare i gelsi (e non solo) non mi sono mai mancate....

      Elimina
  3. E' incredibile come un brano musicale che magari ci capita di riascoltare all'improvviso, trasmesso da una radio o ritrovato per caso su youtube, possa far immediatamente provare emozioni intense, rievocando un momento particolare della nostra vita che era rimasto sopito nella mente. Come diceva bene Lucio Battisti, "tu chiamale se vuoi, emozioni..."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, Kate, credo che sia proprio questo a farci apprezzare, spesso, brani che razionalmmente non andremmo a cercarci, ma che in qualche maniera ci trovano, ci piovono addosso e ci entrano sottopelle. Ecco...

      Elimina
  4. Bellissima definizione, una canzone che "profuma di gelso".
    Non la conoscevo, e ti ringrazio per avermi dato l'opportunità di ascoltarla.

    RispondiElimina
  5. Maude, ho aggiunto anche il testo tradotto perchè un po' mi ci ritrovo nelle mie considerazioni su ciò che mi circonda. Ecco, in questo periodo potrei dire che prevale l'effetto-fogna.....

    [comunque, tutto l'album è molto bello. Più intimista e meno spettacolare di altri, ma terribilmente intrigante]

    RispondiElimina
  6. Non la conoscevo... una musica molto commovente (anche senza leggere le parole). Sarà che stasera ho paura e mi sento particolarmente sensibile :-S Ma allora adesso scriverai sempre qui e non su fiumeazzurro? Quanti traslochi e cambi di nome... però l'importante è non perderti mai :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, Ilaria, penso che questa sarà la casa, dopo tutti i guai che ho avuto sul fiume. Almeno finchè dura....

      [Perchè, paura? Non dirmi che era una notte buia e tempestosa. Una Ilaria-bracchetto non me la immagino proprio...]

      Elimina
    2. Avevo paura perché il giorno dopo mi attendeva una nuova attività da iniziare... e così un po' ero curiosa e un po' mi sentivo che mi faceva paura tutto! Be', è cominciata e per ora sta andando bene...

      Elimina
    3. Si, insomma, ilariesca (per come ti conosciamo...) fino in fondo........... ;-)

      Elimina
  7. e meno male che non ha fatto il giocatore di football
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti....anche perchè i "pallonari" finiscono presto di stupire: lui, invece....

      Elimina
  8. ma tu sei troppo figo!questa canzone mi fa piangere, tutte le volte che sento Lou Reed è un mare di emozioni che mi invade il cuore e il corpo.Pur non essendo della mia "classe",io ho un fratellone 50 enne che mi ha tramandato tutte queste perle ...e tante altre cose.Mi piace stare e frequentare ascoltare persone più grandi di me (donne o uomini)perchè hanno tanto da raccontare.Sono cresciuta tra adulti magnifici.Grazie !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo fratellone ha:
      1.ottimi gusti
      2.ha svolto una meritoria azione di diffusione dei gioielli del tempo [scommetto che ti ha fatto ascoltare anche Bowie ed Iggy Pop...]
      3.una sorellina in gamba.

      Elimina
  9. perché involuzione di carattere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In estrema sintesi, da una certa disinvoltura, quella che mi portò persino ad essere uno dei primi pirati dell'etere radiofonico, alla mia attuale introversione, ai confini dell'orsaggine. Dallo stare perennemente fuori casa, al barricarmici dentro. Dal piacere di guidare per il gusto di farlo, alle attuali paturnie. E potrei continuare....

      Però, una cosa a cui tengo è il farmi in quattro per essere considerato una persona affidabile: ci tengo.

      Elimina
  10. Involuzione o evoluzione o entrambe le cose, insieme a chissà quante altre. Cambiamento, direi, nuovi bisogni, nuovi orizzonti, anche nel chiuso della casa, nuovi pensieri. Io immagino che ogni pezzo costruito, vissuto o anche ripudiato rimanga a fare di noi quello che siamo, ma in perenne movimento, come i frammenti di colori e luci in un caleidoscopio c he non sia riposto in fondo a un cassetto, ma venga giocosamente agitato dal bambino che chissà quando imparò la bellezza delle forme.

    PS. Non so se questo commento ti arriverà. Lo copio in "convivium" e poi lo dedicoa tutti noi umane e umani...
    Copiato, ma porta la data di ieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, può essere, Amans: ma il problema di fondo è che si è comunque differenti da come ci si vorrebbe, o peggio da come si era naturaliter. Quando cioè fatti ed eventi ti portano a soffocare un lato di te che senti vibrare, ma che nessun ricettore è pronto a cogliere ed eventualmente amplificare, Un po' come avere tra le mani un bellissimo cd e non avere un riproduttore adatto.

      Elimina
  11. Caro ConteMax, alla confusione aggiungo anche del mio. Ora dovrei essere animans de L'armonia delle sfere. Ho copiato per te due o tre righe di Goethe. Namastè! TpnO. sempre la vecchia harmònia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, se si parla di identità confuse, coi miei precedenti (ed attuali...) sono di larghissimissima comprensione.....

      [In realtà, ti avevo riconosciuta dallo stile: la classe non è acqua. Namastè!]

      Elimina
  12. Oh, finalmente una tastiera tradizionale!
    Ciao Max,
    Anch'io non ti vedo nella posizione di un involuto, pensi proprio che sia evoluzione quella di chi vuole arricchirsi con quotidianità diverse? Cioè quella di chi ha bisogno di uscire per fare confronti ed esperienze sul modo di apparire, magari incontrando persone scontate e non sempre positive o intelligenti.
    Quando abbiamo già fatto le nostre scelte di vita, abbiamo una bella famiglia come punto di riferimento,abbiamo chi ci sorride ed è felice di starci vicino, abbiamo molti amici con cui confrontare i nostri punti di vista senza freni inibitori di nessun tipo. Abbiamo sempre voglia di buona musica e siamo avidi di conoscenze diverse, abbiamo stimoli culturali che ci arricchiscono e ci evolvono in continuazione, dimmi se ti possiamo considerare involuto?!.
    :)Non so se ricordi "Il Corriere dei Piccoli" il tuo girovagare mi ha ricordato tanto il "SOR PAMPURIO" di Sto (alias Sergio Tofano) che ogni settimana iniziava una storia con < Sor Pampurio arcicontento, (o scontento) del suo nuovo appartamento...>
    Questo te lo avrei dovuto scrivere prima, l'ho pensato quando ti ho letto l'altro giorno. :) !

    RispondiElimina
  13. Cle, le tue esplosioni di memoria condivisa [ebbene si, anch'io leggevo il "Corrierino": tra i miei ricordi più antichi c'è quello, il supplemento del giovedi de "Il Giorno" con Cocco Bill, ed "Il Michelino"] mi riempiono di strani sapori, la mente si affolla di ricordi, ed inevitabilmente scatta il sorriso che scaturisce dalla consapevolezza di aver avuto la fortuna di poter vivere in prima persona certi momenti. Grazie, sempre, anche a te!

    RispondiElimina
  14. non la conoscevo, grazie per questa bellissima canzone!

    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver apprezzato!

      Elimina