11.4.12

Cover affair


[non è farina del mio sacco, ho sentito qualcosa di simile in giro e ne ho fatto una versione personalizzata...una cover, come dicono quelli che ben parlano...]


Lo chiamavano Bocca di Trota
sembrava un eroe, sembrava un eroe,
lo chiamavano Bocca di Troa
sembrava un eroe ma era un idiota.
Appena scese alla stazione
nel paesino di San Donato  
tutti si accorsero con uno sguardo
che non si trattava di un laureato.
C'è chi lo scemo lo fa per noia
chi se lo sceglie per professione
Bocca di Trota né l'uno né l'altro
lui lo faceva per passione.
Ma la passione spesso conduce 
a soddisfare le proprie voglie 
senza indagare se il quattrino 
è del padano o se di un padrino. 
E fu così che da un giorno all'altro 
Bocca di Trota si tirò addosso 
l'ira funesta dei Longobardi 
a cui aveva sottratto l'osso. 
Ma i Longobardi di un paesino

non brillano certo in iniziativa
le contromisure fino a quel punto
si limitavano all'invettiva.
Si sa che la gente dà buoni consigli
sentendosi come Gesù nel tempio,
si sa che la gente dà buoni consigli
se non può più dare cattivo esempio.
Così un Maroni già stato ministro
duro e incazzato come un sinistro
si prese la briga e di certo il gusto
di dare a tutti il consiglio giusto.
E rivolgendosi alle teste cornute
le apostrofò con parole argute:
"il furto del Trota sarà punito-
disse- dall'ordine costituito".
E quelle andarono dal commissario
e dissero senza parafrasare:
"quel paciarotto ha già troppi gipponi
più di un autoconcessionario".
E arrivarono quattro gendarmi
con i pennacchi con i pennacchi
e arrivarono quattro gendarmi
con i pennacchi e con le armi.
Il cuore tenero non è una dote
di cui sian colmi i carabinieri
ma quella volta a prendere il treno
l'accompagnarono benvolentieri.
Alla stazione c'erano tutti
dal commissario al Formigoni
alla stazione c'erano tutti
a mani unite a toccarsi i coglioni,
a salutare chi come un porco
senza pretese, senza pretese,
a salutare chi come un porco
portò ad altri le note spese.
C'era un cartello verde
con una scritta nera
diceva "Addio Bocca di Trota
ti sei fottuto la Padania intera".
Ma una notizia un po' originale
non ha bisogno di alcun giornale
come una freccia dall'arco scocca
vola veloce di bocca in bocca.
E alla stazione successiva
molta più gente della Padania
chi manda una scopa, chi un dizionario,
chi un biglietto per la Tanzania.
Belsito stesso che non disprezza
fra un miserere e un'estrema unzione
il bene effimero della bellezza
lo vuole accanto in processione.
E con la Mauro in prima fila
e Bocca di Trota poco lontano
si porta fuori dal paese
dei Longobardi tutto il denaro.

35 commenti:

  1. Bellissima!! :))) Quel paciarotto ha troppi gipponi poi è fenomenale.
    Buona giornata Max

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Occorre adattarsi ai tempi...o no? :)

      Elimina
  2. "Addio Bocca di Trota
    ti sei fottuto la Padania intera"

    Magari!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...dagli ancora un PO di tempo...

      Elimina
  3. Troppo bella!
    La faccio girare, che giusto ieri sera si cazzeggiava su questo tono e mi sa che potrebbe diventare la hit del momento,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ross, io sto facendo girare questa eccellente cover
      [com'è che il buon Faber ispira così tanto?]

      Elimina
  4. Fantastica è dir poco!!
    L'ho inviata in giro, citando la fonte, ovviamente, perché merita davvero! Complimenti all'autore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Linda, ne avevo orecchiato un pezzo in giro, l'autore effettivo non lo conosco, ho solo cercato di completare aggiungendoci del mio nelle parti mancanti...comunque, è notevole [arte satirica allo stato puro] il link che ho messo nella risposta a Ross.

      Elimina
  5. Purchè tutto non finisca a tarallucci e vino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro, a polenta taragna e salciccia...

      Elimina
  6. Ah ah, divertenti entrambe, la tua e quella che hai linkato a Ross! A me fa un sacco ridere anche questa cosa qui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti, Ilaria, è notevole.. :)

      Elimina
  7. idiota per passione?
    è gracile mente per costituzione, in realtà
    può darsi che gli piaccia pure, non lo nego
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yet, era una rima BACATA... :)

      Elimina
  8. Mi è piaciuta tantissimo ed è stata molto gradita da tutti quelli a cui l'ho passata.
    E' innegabilmente appropriata.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cle, non è tutta farina del mio sacco, ma ho cercato comunque un macinato di pregio...grazie a te...

      Elimina
  9. scrivi a Crozza, potresti sceneggiargli qualche testo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barbara, ma stando alle dicerie già Egli saccheggia di suo...

      Elimina
    2. mica tanto dicerie......facci caso.
      che tristezza....

      Elimina
    3. http://www.giornalettismo.com/archives/198155/crozza-copia-da-twitter/

      Elimina
  10. moooolto bellina. Il Trota farebbe pena se non fosse un arrogante nato come papà. E allora, legnate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paolo, tu che hai radici consolidate, ricordi il significato del termine "aldamar"? Ecco, direi che la stirpe potrebbe metterlo nello stemma di famiglia.......

      Elimina
  11. divertente, davvero.
    ma perché a me mette tanta tristezza? a volte mi sento come se fossimo il giullare del re: ridaimo, cerchiamo di fare ridere, nostre armi lo sberleffo e lo sbertuccio, ma poi sempre al servizio del re restiamo ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gatta, a me metter tristezza pensare che forse la capirebbe un leghista su cento.....la satira non è propriamente il loro forte, dato che è un sottoprodotto di quella cosa chiamata "cultura" che a loro è completamente estranea....

      Elimina
  12. Sono certo che Fabrizio De Andrè si sarebbe divertito nel leggere il testo della sua deliziosa "Bocca di rosa" rivisto e corretto in "onore" del Trota
    un sorriso

    Gautier

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gautier, per quello che so del buon Faber, credo che ne avrebbe avuto un po' per tutti: magari con una metafora del tipo
      "amü me bell'amü
      a sfurtûn-a a l'è 'n grifun
      ch'u gia 'ngiu ä testa du belinun
      amü me bell'amü
      a sfurtûn-a a l'è 'n belin
      ch'ù xeua 'ngiu au cû ciû vixín
      e questa a l'è a me stöia
      e t'ä veuggiu cuntâ"

      Elimina
  13. Bisogna dire che, i marpioni della Lega se la stanno giocando bene anche questa volta. E' tutto più facile far ricadere la melma addosso a questo ragazzo, del quale l'unica sua colpa è quella di essere una cavia della sua discutibile famiglia, e del suo assai discutibile partito. Ma naturalmente, come da manuale, noi italiani ce la berremo, o meglio, ce la incarteremo, come sempre. E loro, i marpioni, andranno avanti ancor meglio di prima. Vedrai.
    Ciao Masso.
    Buona domenica.
    Un abbraccio.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, Nair: a me fa rabbia questo servilismo mediatico, per cui il Ladro n. 1 è visto come vittima, anzichè carnefice, Quando senti dire che il capobast..ehm, il capofamiglia "ci ha rimesso in soldi e salute" ti viene davvero da chiederti chi possa bersela. Temo che tu abbia ragione nel tuo /e mio, e di tanti altri) pessimismo.

      Elimina
  14. Bellissima! :)

    Ma pensavo in questi giorni ad una cosa davvero "buffa". Sai che negli ultimi 18 anni nelle casse dei partiti italiani sono entrati poco meno di 2,5 mld [il Governo cerca 2 mld per il lavoro] e, cosa davvero buffa!, nello stesso periodo i partiti sono riusciti a giustificare spese per appena 579 milioni?
    Questa è solo la "fotografia" scattata dalla Corte dei Conti che, primo, se ne ricorda solo oggi e, secondo, mette in ridicolo anche tutta la macchina politica Italiana.
    C'è da chiedersi chi sarà il prossimo, quanto dovremo ancora "resistere" e come fanno questi a continuare a farsi vedere ancora in giro!

    Buona domenica Max :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, Missi: perchè solo oggi? E questa escalation, cominciata con la mezza bufala della casa di Montecarlo del cognato di Fini, passando per Lusi, poi i Bossi, poi il fango su Vendola, poi poi poi....c'è qualcosa di strano nell'aria, temo di essere all'inizio di un qualcosa di indefinibile e non necessariamente positivo.
      Anzi.

      Elimina
  15. semplicemente esilarante ...ma poi penso che codello esiste e non è frutto di 'cover' e mi si raggrinzisce il sorriso :)

    sherazade

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Shera cara, ti confido che quella razza è da alcuni decenni che suscita in me i pensieri più malevoli. Diciamo che ti capisco....

      Elimina
  16. Ho prelevato questa e anche quella che hai citato a Rossland, in associazione abbiamo un medico che si diverte un mondo con le parodie e queste domenica faranno da colonna sonora al nostro raduno ;-))

    Notte buona Masso ;-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tina, se il tuo medico sa un po' di chitarra e conosce le due canzoni, farà sicuramente molto effetto...fammi sapere... :)

      Elimina
    2. Chitarra e tastiera ... non è il solo, personalmente me la cavo con il canto e non solo Bertoli...anche Faber e molti altri...ti relazionerò ;-))

      Buona serata Masso ;-))

      Elimina